• La Banca nazionale svizzera ignora i danni causati dal clima

    La crisi climatica minaccia il diritto alla vita in molti luoghi: ondate di calore più estreme in India, siccità più frequenti nell'Africa meridionale, tempeste più forti nelle Filippine. In quanto piccolo paese con una grande piazza finanziaria, la Svizzera esercita un'influenza decisiva. Resta da decidere se investire i nostri miliardi di franchi nelle cause del riscaldamento globale o nelle sue soluzioni!

    La Banca nazionale investe riserve svizzere di divise nei settori del carbone, del petrolio, del gas e in altri settori. E' quindi in qualche modo responsabile dei danni causati dal riscaldamento globale. Così facendo, essa viola le proprie linee guida che escludono gli investimenti in società che "violano in modo massiccio i diritti umani fondamentali o che causano sistematicamente gravi danni all'ambiente".

  • Blog dell’ Alleanza clima

    La Svizzera può proteggere il clima in tanti modi, sia a livello nazionale che internazionale....
    Ad oggi, 135 personalità e oltre 5.000 sostenitori gli hanno chiesto di prendere sul serio i...
    La Banca nazionale svizzera (BNS) incoraggia un aumento catastrofico della temperatura di 4-6...
    La politica federale ha atteso quasi tre anni per trattare la «Petizione per una politica...
    Oggi, martedì 12 dicembre, Doris Leuthard parteciperà ad un vertice sul clima a Parigi con oltre...
    Con l’odierno messaggio legislativo il Consiglio federale intende attuare l’Accordo di Parigi sul...
    La nuova legge sul clima della Svizzera non è ambiziosa L’Alleanza climatica svizzera rifiuta la...
    Piazza Governo, Bellinzona Con il Direttore dell'Istituto di Previdenza del Cantone Ticino (SRI...
    Il 27 novembre, 60'000 assicurati eleggeranno i loro delegati a Publica, la più grande cassa...
    More Posts
  • Casse pensioni:

    Basta con gli investimenti fossili!

    Le casse pensioni iniettano miliardi nell’industria del carbone e del gas. E’ un rischio sia per il clima che la sicurezza delle nostre pensioni. Esortate adesso la vostra cassa pensione a non investire più i soldi della

    previdenza nelle energie fossili

  • Volete che i soldi della vostra pensione siano investiti nelle energie fossili?

    Le casse pensioni svizzere continuano ad investire miliardi nelle industrie del carbone, del petrolio e del gas. Ciò accelera ancora di più il riscaldamento climatico. La sicurezza delle nostre pensioni è anch’essa in gioco perché le energie fossili sono un modello superato.

    • L’estrazione e lo sfruttamento del carbone, del petrolio e del gas diventano sempre più cari e rischiosi
    • Il progresso tecnologico va nella direzione delle energie rinnovabili prodotte dal sole e dal vento
    • Il cambiamento climatico si fa sentire sempre di più. La volontà politica di proteggere il clima aumenta. 

    Esortate oggi stesso la vostra cassa pensione a non investire più i soldi della previdenza nelle energie fossili.

     

    Per la campagna «Pensioni senza rischio» abbiamo realizzato un sito internet grazie al quale potete contattare la vostra cassa pensione direttamente e facilmente. Grazie del sostegno!

    Tre motivi per tralasciare gli investimenti fossili

    Le energie fossili sono estratte in condizioni sempre più rischiose e con metodi sempre più brutali: per estrarre il carbone, si sventrano le montagne; nell’Artico incontaminato si cerca il petrolio; per estrarre il gas si iniettano prodotti chimici nel suolo. L’estrazione delle energie fossili diventa sempre più costosa, mette a repentaglio l’ambiente e il rischio di incidenti aumenta.

    Già oggi, l’energia solare ed eolica vince sempre di più nei contratti di approvvigionamento energetico a lungo termine rispetto al carbone, al petrolio e al gas. Il progresso tecnologico lavora per l’energia prodotta dal sole e dal vento. Questo vale anche per gli stock di corrente e le reti di conduzione intelligenti per il trasporto della corrente rinnovabile. Il prezzo di approvvigionamento rinnovabile diventa sempre più concorrenziale.

    Il cambio climatico si fa sentire sempre di più. L’aria più calda fa evaporare sempre più acqua, il che porta a precipitazioni estreme anche da noi, come non succedeva prima. Con le catastrofi, la volontà politica aumenta. I “Fukushima” dell’industria dell’energia fossile si moltiplicano: sbiancamento dei coralli in tutto il mondo, tempeste più estreme, inondazioni e ondate di calore.

     

    Secondo uno studio dell’Ufficio federale dell’ambiente, la piazza finanziaria svizzera promuove, con i suoi investimenti, un cambiamento climatico catastrofico di 4 a 6 gradi. Le casse pensioni contribuiscono a questa autodistruzione, benché il cambiamento climatico metta a repentaglio gli investimenti su larga scala: inondazioni, tempeste e incendi di boschi minacciano i beni fondiari e le imprese.

     

    L’anno scorso, a Parigi, la comunità internazionale ha deciso di limitare il riscaldamento creato dagli uomini a molto meno di 2 gradi. E si è fissata l’obiettivo di non oltrepassare il 1.5 gradi. Con lo sfruttamento delle riserve di carbone già in corso e dei campi di petrolio e di gas, i due gradi di riscaldamento saranno sicuramente superati. Quindi non bisogna più utilizzare interamente giacimenti di energia fossile già sfruttati. E ancora meno il mondo ha bisogno di una nuova infrastruttura di energia fossile!

  • Temi dell’ Alleanza clima

    Disinvestimento significa il ritiro di investimenti non etici o critici per altri motivi. Nella storia recente ci sono alcuni esempi di campagne di disinvestimento in cui gli investitori hanno rinunciato ad azioni, obbligazioni o fondi d’investimento. Di più

  • Alleanza clima svizzera

    A livello svizzero, 70 organizzazioni fanno parte dell’Alleanza clima svizzera.

  • Newsletter

  • Contatto

    Ha idee e suggestioni? Riceviamo il suo messaggio con piacere!

    Alleanza clima svizzera
    c/o Alliance Sud
    Monbijoustrasse 31
    3011 Berna
    Da lunedì a venerdì
    +41 76 580 44 99
All Posts
×